Grazia Deledda

Discorso di Grazia Deledda al conferimento del premio Nobel 1926

La fortuna letteraria

Grazia Deledda godette sempre di una certa notorietà, affermandosi come una tra le scrittrici più significative del Novecento, pur non rappresentando affatto le tendenze femministe di una certa linea letteraria, né potendo essere definita in base a canoni specifici come quelli veristi o decadenti. Di grande importanza furono le opere del primo periodo romano, quando, lontana da Nuoro, dal suo ambiente originario massicciamente condizionante, la Deledda rievocò gli scenari sardi con una conquistata oggettività, e anche con una maggiore serenità narrativa che s'avverte dall'incontrastato e ridondante lirismo che pervade le opere cui è maggiormente affidata la sua fama.

ritratto di grazia deledda
grazia deledda nel 1926
Discorso di Grazia Deledda al conferimento del premio Nobel 1926

La fortuna letteraria

Grazia Deledda godette sempre di una certa notorietà, affermandosi come una tra le scrittrici più significative del Novecento, pur non rappresentando affatto le tendenze femministe di una certa linea letteraria, né potendo essere definita in base a canoni specifici come quelli veristi o decadenti. Di grande importanza furono le opere del primo periodo romano, quando, lontana da Nuoro, dal suo ambiente originario massicciamente condizionante, la Deledda rievocò gli scenari sardi con una conquistata oggettività, e anche con una maggiore serenità narrativa che s'avverte dall'incontrastato e ridondante lirismo che pervade le opere cui è maggiormente affidata la sua fama.

ritratto di grazia deledda
grazia deledda nel 1926
 
Grazia Deledda